Regionali Sardegna, Todde ha vinto, ma i dati non sono definitivi. Lei passa per un saluto: “Molto orgogliosa”

conte todde schlein

All’1 arriva Alessandra Todde arriva alla sede elettorale di via Dante a Cagliari. “Sono passata per salutare, dai dati in nostro possesso si profila una vittoria e io sarò la prima presidente della Regione Sardegna. Sono molto felice e orgogliosa, faremo la conferenza domani mattina, ci sono ancora gli spogli in corso ma dai dati in nostro possesso, che abbiamo verificato, si profilerebbe questo, per cui sono molto felice. Credo che oggi si possa scrivere una pagina di storia per la Sardegna. Ringrazio tutta la mia coalizione, ho sempre detto di sentirmi parte di una coalizione. Questa è dimostrazione che questo è un grande progetto di squadra, la squadra c’è è forte e coesa”.

0.55 TODDE IN VANTAGGIO

Quando mancano 73 sezioni da scrutinare, Alessandra Todde è in vantaggio al 45,3% contro Paolo Truzzu è al 45,1%, in vantaggio di circa 1.300 voti.

ORE 23.55 BONACCINI: COMPLIMENTI A TODDE E SCHLEIN

“La destra si può battere. Complimenti e buon lavoro alla presidente Alessandra Todde. Ma anche tanti applausi ad Elly Schlein ed all’intera comunità del Partito democratico. Adesso unire il centrosinistra e costruire l’alternativa nel Paese. Forza e coraggio!”. Così sui social Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna e del Pd.

23.34 YOUTREND: ALESSANDRA TODDE HA VINTO IN SARDEGNA

“Alessandra Todde vince le elezioni regionali in Sardegna”. A scriverlo su X è il portale YouTrend.

ORE 23.12 A CAGLIARI VERSO RINVIO CONFERENZA STAMPA DI TODDE

Rischia di slittare la conferenza stampa di Alessandra Todde nel quartier generale di via Dante, a Cagliari. Lo spoglio a rilento potrebbe far decidere allo staff della candidata governatrice del centrosinistra sardo a rimandare l’appuntamento con i giornalisti a domani mattina. Fuori dalla sede elettorale è impressionante la folla che si è riunita sperando di salutare la vittoria della deputata del M5s, al momento in testa sullo sfidante Paolo Truzzu, ma di appena 1.667 voti. Nel frattempo, sono arrivati nel capoluogo sardo Giuseppe Conte ed Elly Schlein, ma chiaramente i due leader nazionali aspettano dati definitivi per raggiungere la sede di via Dante.

SI ASSOTTIGLIA IL VANTAGGIO DI TODDE

In Sardegna si assottiglia il vantaggio di Alessandra Todde su Paolo Truzzu. La candidata del centrosinistra, quando sono state scrutinate 1.664 sezioni su 1.844, è al 45,2% (297.549 voti), Paolo Truzzu, portabandiera del centrodestra, la tallona al 45,1% (296.453 preferenze). Sono appena 1.096 i voti di scarto.

ORE 22 TRA TODDE E TRUZZU BALLANO 2.200 VOTI

È davvero lotta all’ultimo voto in Sardegna tra Alessandra Todde e Paolo Truzzu. La candidata del centrosinistra è sempre in testa, ma ballano con lo sfidante del centrodestra una manciata di preferenze, poco più di 2.200. Al momento, con 1.586 sezioni scrutinate su 1.844, Todde è al 45,4% (283.083 voti), Truzzu è al 45% (280.877). Da quanto emerge, mancano ancora i voti del quartiere popolare di Sant’Elia, a Cagliari.

ORE 21 SORU AMMETTE SCONFITTA: “NON SUPEREREMO SOGLIA 10%”

“Una valutazione su queste elezioni? Non è molto difficile da fare, abbiamo perso. Ora è chiaro che non supereremo la soglia del 10%”. Così Renato Soru, candidato alle regionali sarde, commenta il voto nell’isola, che al momento lo vede terzo all’8,4%.
“Da una parte sono molto orgoglioso di quello che abbiamo fatto, è stata una bellissima campagna elettorale- spiega Soru-. Ma non nascondo la delusione profonda. Tutti i dati che avevamo lasciavano intravedere un esito diverso. Ma questa è la voce vera della Sardegna e quindi ne prendo atto. Appena ci saranno dati certi, farò gli auguri con tutta sincerità al vincitore”. Ribadisce quindi l’ex patron di Tiscali: “Sono molto deluso ma anche sorpreso da questo risultato, siamo stati in molti ad essere stati ‘ingannati’ dai sondaggi che avevamo commissionato. Le urne possono ingannare, ma rivendico il grande lavoro che abbiamo fatto”.

ORE 20.28 PESANO I ‘FRANCHI TIRATORI’ DEL CENTRODESTRA

Se, alla fine, Alessandra Todde diventerà effettivamente la nuova governatrice della Sardegna, i suoi ringraziamenti non dovranno andare solo agli elettori del “suo” campo largo, ma anche a quelli del campo larghissimo che abbraccia una parte di franchi tiratori del centrodestra. A far pendere la bilancia in maniera definitiva verso il giallorosso di Todde potrebbe essere, infatti, proprio quella piccola ma indispensabile dote di preferenze garantita dal voto disgiunto. Fin dai primi dati di stamattina, nonostante uno spoglio andato più lento del Var, è emerso piuttosto chiaramente nei numeri come a diversi elettori sardi del centrodestra non sia piaciuta la strategia di Fratelli d’Italia di puntare tutto sul sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu. Non lo dice solo l’ormai certa schiacciante vittoria di Todde nel capoluogo, ma lo dice una più sottile analisi delle preferenze del suo avversario.
Quando mancano poco più di 500 sezioni da scrutinare, Truzzu segna il 45,2% di preferenze, contro il 49% fatto registrare dall’insieme delle liste che lo sostengono. Al momento, in valore assoluto si tratta di oltre tremila voti. Molto meno dei mille, o poco più, che lo separano da Todde. La candidata del centrosinistra, per contro, ha raccolto finora il 45,5% delle preferenze, mentre le crocette sulle sue liste si sono fermate al 42,7%: una differenza, per ora, di oltre 27.000 voti. Insomma, ci sarebbero tutti gli ingredienti per una bella resa dei conti nel centrodestra.

ORE 19.23 SORPASSO TODDE SU TRUZZU

In Sardegna è sorpasso Alessandra Todde su Paolo Truzzu. La candidata del centrosinistra, quando sono state scrutinate 1.228 sezioni su 1.844, si attesta al 45,5% (211.474 voti), il sindaco di Cagliari è al 45,1% (209.907 preferenze).

fonte: AgenziaDIRE.it

Condividi:

© 2012-2024 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?