Vicenza, scontri alla Fiera dell’Oro per la presenza del padiglione di Israele

polizia manganello

Scontri questa mattina a Vicenza tra i manifestanti dei centri sociali e le forze dell’ordine, in occasione dell’apertura della Fiera ‘VICENZA Oro’. Il corteo, radunato per protestare contro la presenza del padiglione di Israele, ha tentato di deviare il percorso stabilito per raggiungere il polo fieristico.

La polizia è intervenuta con una carica per far indietreggiare i manifestanti e al lancio di petardi e fumogeni ha risposto con gli idranti. In totale sono cinque le persone denunciate dalla polizia e dieci gli agenti feriti lievemente.

LA RUSSA: VICINANZA A ISRAELE E FORZE ORDINE

“Trovo grave e ingiustificabile quanto avvenuto oggi a Vicenza dove dei manifestanti dei centri sociali hanno deviato il percorso del loro corteo per protestare contro la presenza di alcuni operatori di Israele alla Fiera VICENZAOro venendo a contatto con le Forze dell’ordine. La condanna per questi atti di violenza e antisemitismo deve essere netta e unanime. Nessuna tolleranza è ammissibile. A Israele e agli agenti di polizia rimasti feriti giunga la vicinanza mia personale e del Senato della Repubblica”. Così il Presidente del Senato, Ignazio La Russa.

MOLTENI: SOLIDARIETÀ AD AGENTI AGGREDITITI DA MANIFESTANTI VIOLENTI

“Esprimo la mia massima vicinanza e profonda solidarietà alla Polizia di Stato e ai suoi agenti aggrediti a Vicenza da violenti partecipanti a una manifestazione anti-israeliana. Polizia di Stato e Forze dell’ordine sono il baluardo della nostra democrazia”. È il commento del sottosegretario al Ministero dell’Interno, Nicola Molteni, sui fatti di Vicenza che vedono diversi agenti della Polizia di Stato vittime di aggressioni da parte di manifestanti che contestano la presenza di rappresentanti d’Israele alla Fiera Vicenza Oro. “Sono gravi manifestazioni d’intolleranza da parte di soggetti che alimentano la cultura dell’odio e della violenza. Una cultura alla quale contrapponiamo quella della legalità e possiamo farlo proprio grazie al lavoro quotidiano delle nostre Forze dell’ordine e di Polizia. Terremo la guardia sempre alta- ha concluso il sottosegretario- e rimarremo sempre al fianco di donne e uomini in divisa che non si risparmiano per garantire la sicurezza nazionale”.

FONTANA: SENTITA VICINANZA E SOLIDARIETÀ AD AGENTI FERITI

“Esprimo ferma condanna per gli atti di violenza e di discriminazione avvenuti a Vicenza. Auspico che tutti i responsabili ne rispondano in sede giudiziaria. Rivolgo la mia più sentita vicinanza e solidarietà agli agenti della Polizia di Stato rimasti feriti e un ringraziamento alla Prefettura e alla Questura impegnate a mantenere l’ordine e la sicurezza”. Lo dichiara il Presidente della Camera dei deputati, Lorenzo Fontana.

PIANTEDOSI: GESTITA CON PROFESSIONALITÀ SITUAZIONE DIFFICILE

Il Ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, questo pomeriggio ha telefonato al questore di Vicenza, Dario Sallustio, per manifestare la propria solidarietà agli agenti aggrediti da alcuni manifestanti durante lo svolgimento della fiera VicenzaOro. Nell’occasione, spiega una nota, “il titolare del Viminale si è voluto sincerare delle condizioni degli agenti e ha espresso al questore il proprio apprezzamento per come le forze di polizia hanno saputo gestire ancora una volta, con la consueta professionalità, una situazione difficile, evitando guai peggiori e confermandosi presidio fondamentale di difesa della democrazia e della libertà”.

TEATRO DI ROMA, REGIONE LAZIO: AUGURI A NUOVO DIRETTORE DE FUSCO

Faccio gli auguri al nuovo direttore del Teatro di Roma, Luca De Fusco, il cui curriculum è la miglior garanzia per questa istituzione affinché si possa lavorare all’altezza delle ambizioni di una caput mundi anche del teatro. Ringrazio il Cda per il lavoro svolto, e il vicepresidente Danilo Del Gaizo in particolare. Questa città non merita bracci di ferro istituzionali, né dilazioni sine die, il Teatro di Roma doveva tornare subito operativo, come è stato”. Così Simona Baldassarre, assessore alla Cultura, alle Pari Opportunità, alle Politiche giovanili e della Famiglia, e Servizio civile della Regione Lazio.

“Questo non è il momento delle polemiche, ma del lavoro, in nome della cultura – continua Baldassarre – Nel merito delle doléances sollevate, leggo le solite farneticazioni da parte della sinistra che, dopo aver occupato militarmente le istituzioni, preferisce bloccare i processi decisionali, pur di non mollare la presa. Il Teatro di Roma può e deve lavorare nel rispetto delle prerogative istituzionali di tutti e da parte della Regione Lazio c’è la massima attenzione e il massimo rispetto verso il Comune capitolino, le sue prerogative e aspettative. Ma la nostra missione è Roma, e quando si tratta di decidere, si decide. La Regione Lazio, d’altronde, è una istituzione che il pluralismo lo pratica nei fatti e non a chiacchiere. Invece di polemiche pretestuose, è ora di muoverci tutti con unitarietà di intenti e convinzione e De Fusco è la figura adatta”, conclude l’assessore Baldassarre.

fonte: AgenziaDIRE.it 

Condividi:

© 2012-2024 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?