Underground // Emir Kusturica

underground copertina film

“Underground”, diretto dal talentuoso regista serbo Emir Kusturica, è un film del 1995 che ha lasciato un segno indelebile nel panorama cinematografico mondiale. Quest’opera epica, caratterizzata da uno stile unico e una narrazione coinvolgente, ha riscosso un grande successo sia di pubblico che di critica. Il film ha trionfato al Festival di Cannes, dove ha vinto la prestigiosa Palma d’Oro, consolidando la reputazione di Kusturica come uno dei registi più innovativi e audaci del suo tempo. “Underground” è noto per la sua approfondita esplorazione dei temi della storia, della politica e dell’identità jugoslava, presentati attraverso una lente surreale e spesso grottesca.

Senza rivelare troppo della trama, Underground è una narrazione che abbraccia diverse decadi di storia jugoslava, partendo dalla Seconda Guerra Mondiale fino ai conflitti degli anni ’90. Il film si concentra su due personaggi principali, Marko e Blacky, le cui vite si intrecciano in maniera complessa attraverso amore, tradimento e la tumultuosa storia del loro paese. Kusturica utilizza una miscela di realismo e allegoria per esplorare temi profondi come l’amicizia, il tradimento e l’illusione della verità. Il film si sviluppa in un’atmosfera onirica e spesso caotica, riflettendo le turbolenze storiche e politiche dell’epoca.

Uno degli aspetti più interessanti di Underground è il suo uso eclettico della musica, che svolge un ruolo centrale nell’ambientazione e nel tono del film. La colonna sonora, composta da Goran Bregović, è un mix vivace di musica balcanica, rock e folk, che contribuisce a creare un’atmosfera unica e memorabile. Inoltre, il film è noto per il suo stile visivo distintivo, che include lunghe sequenze in una sola ripresa e un uso audace del colore e della luce. Queste scelte stilistiche contribuiscono a creare un mondo cinematografico che è allo stesso tempo surreale e visceralmente reale.

Underground non è solo un film; è un’esperienza cinematografica che sfida e provoca. Kusturica, con la sua visione unica, ci porta in un viaggio attraverso la storia jugoslava, mostrandoci come le verità possano essere manipolate e come la realtà possa essere plasmata dalla politica e dall’ideologia. Il film ci invita a riflettere sulla natura dell’umanità, sulla nostra capacità di amore e tradimento, e su come la storia sia spesso una narrazione controllata da chi detiene il potere. In Underground, la linea tra realtà e finzione è sfocata, lasciandoci a domandare cosa sia veramente reale e cosa sia una mera rappresentazione. Questo film è un’opera che rimane rilevante, provocatoria e profondamente toccante, un esempio magistrale di come il cinema possa essere un potente strumento di riflessione e di critica sociale.

Condividi:

© 2012-2024 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?