UN ANNO DI SVOLTE E SFIDE GLOBALI

editoriale 2023

Il 2023 è stato un anno segnato da eventi significativi sia in Italia che nel mondo, eventi che hanno lasciato un’impronta indelebile nella storia recente. Andiamo a ripercorrerli insieme in questa retrospettiva di fine anno.

Nel gennaio, uno degli eventi più importanti è stata la cattura di Matteo Messina Denaro. Dopo 30 anni di latitanza, il boss di Cosa Nostra è stato arrestato il 16 gennaio in una clinica privata di Palermo, dove era stato sottoposto a trattamenti per un tumore sotto un falso nome. Questo avvenimento ha segnato un punto di svolta significativo nella lotta contro la mafia in Italia.

A febbraio, un devastante terremoto di magnitudo 7.8 ha colpito Turchia e Siria, lasciando oltre 50.000 vittime, principalmente in Turchia. Nello stesso mese, una tragedia ha colpito l’Italia quando un’imbarcazione con 180 migranti a bordo è naufragata vicino alla spiaggia di Cutro, in provincia di Crotone, provocando la morte di almeno 88 persone, inclusi molti bambini.

A marzo, un altro evento significativo è stato il massacro alla Covenant School in Tennessee. In questa tragedia, una ex-alunna ha aperto il fuoco in una scuola privata presbiteriana, uccidendo tre alunni e tre membri del personale scolastico. Questo tragico incidente ha provocato una nuova ondata di dibattiti e riflessioni sulla sicurezza nelle scuole e sul controllo delle armi negli Stati Uniti.

Aprile ha visto la Finlandia entrare nella NATO, segnando un cambiamento storico nella politica di sicurezza del paese ed un riassetto importante per l’intera Alleanza Atlantica, in risposta all’invasione russa dell’Ucraina del 2022.

Nel mese di maggio, gravi alluvioni hanno colpito l’Emilia-Romagna, provocando ingenti danni e numerosi sfollati. Sempre a maggio, un evento storico si è svolto quando Carlo III è stato incoronato Re del Regno Unito, succedendo alla madre, la regina Elisabetta II.

A giugno, una ribellione guidata dal leader del gruppo paramilitare Wagner, Yevgeny Prigozhin, ha portato alla conquista della città di Rostov sul Don e ad un tentativo di golpe con una marcia verso Mosca, interrotta solo dopo un colloquio con il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko.

A luglio l’attivista Patrick Zaki è stato liberato in Egitto e ha fatto ritorno in Italia. Ad agosto, si è tenuta la 37esima Giornata Mondiale della Gioventù a Lisbona, un evento rimandato a causa dell’emergenza COVID-19, a conferma che questo è stato l’anno in cui si è tornati alla sostanziale normalità dopo il periodo pandemico.

Settembre è stato segnato da un grave uragano che ha colpito la Libia, causando inondazioni e danni catastrofici. Il mese di ottobre ha visto un’intensificazione del conflitto tra Hamas e Israele, a seguito degli attentati da parte del gruppo terroristico palestinese e la conseguente reazione dello stato israeliano, con una vera e propria nuova guerra ancora in via di intensificazione.

A novembre, un evento significativo a livello mondiale è stato l’annuncio che il 2023 è stato l’anno più caldo mai registrato. Questa notizia ha rafforzato la preoccupazione globale per il cambiamento climatico e ha sottolineato l’urgenza di azioni concrete per affrontare la crisi climatica. Le temperature record hanno avuto impatti tangibili su eventi meteorologici estremi, ecosistemi, biodiversità e la vita quotidiana delle persone in tutto il mondo.

Infine, dicembre, che ha visto la conclusione della Conferenza sul Clima COP28 di Dubai, la quale ha portato a risultati misti e interpretazioni ambigue sui passaggi cruciali relativi alla transizione energetica e al futuro delle fonti fossili. Il testo finale è stato criticato per la sua ambiguità, con diverse possibilità interpretative che potrebbero influenzare il modo in cui i governi affronteranno l’emergenza climatica della Terra, in attesa della prossima conferenza, la COP29, che si terrà in Azerbaigian​.

Questi eventi, tra gli altri, hanno caratterizzato un anno di sfide significative e cambiamenti storici, lasciando un segno profondo e duraturo nel tessuto della società globale. Con la speranza che il 2024 possa portare maggiore felicità a tutti, Virgoletteblog augura i migliori auguri di anno nuovo.

Filippo Piccini

Condividi:

© 2012-2024 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?