A Firenze prove d’intesa tra Schlein e Conte: “Insieme per le battaglie fondamentali”

schlein conte

La manifestazione in difesa della scuola e della Costituzione che si è svolta oggi a Firenze è stata la prima occasione di confronto sul campo per Elly Schlein e Giuseppe Conte. Il corteo è stato organizzato su impulso dei sindacati di Cgil, Cisl e Uil dopo le violenze contro gli studenti del liceo Michelangiolo per le quali sono stati identificati alcuni esponenti dell’associazione di destra Azione studentesca, e le polemiche contro il ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara per le sue critiche alla lettera della preside del liceo fiorentino Da Vinci sul fascismo. Il titolare di viale Trastevere aveva definito la circolare “ridicola e impropria”, scatenando un vero e proprio caso politico con le opposizioni che hanno chiesto le sue dimissioni.

LA FOTO CON LA T-SHIRT SULLA COSTITUZIONE

Nel capoluogo toscano tra la nuova segretaria del Partito democratico e il presidente del Movimento 5 Stelle vanno in scena prove tecniche d’intesa. Non un ritorno del campo largo, ma una comunione d’intenti per la difesa dei diritti, suggellata dalla foto sotto il palco di Santa Croce in cui i due leader politici, accanto al segretario della Cgil Maurizio Landini, posano con delle magliette bianche su cui sono scritti alcuni articoli della Costituzione.

SCHLEIN: “SU BATTAGLIE FONDAMENTALI PD E M5S LAVORINO INSIEME”

“Sono molto felice che” in piazza a Firenze “ci sia una grande delegazione del Partito democratico, che ci sia il Movimento 5 Stelle e altre forze civiche e della sinistra ecologista. Credo che sia un bel segnale,”, commenta Schlein. La segretaria del Pd afferma che “su alcune battaglie fondamentali, come abbiamo sempre detto, dobbiamo lavorare insieme sia in Parlamento che nel Paese, per organizzare una opposizione“.

“Noi – continua la leader dem – ci saremo su questi temi concreti: la difesa della scuola pubblica, la difesa della sanità pubblica, la difesa del lavoro, il salario minimo, la difesa della Costituzione, la battaglia contro l’autonomia differenziata“. Per questo, è l’invito di Schlein alle altre forze di opposizione (in piazza c’è anche l’Alleanza Verdi e Sinistra con Bonelli e Fratoianni) “credo che abbiamo molti spunti per fare un buon lavoro comune”.

CONTE: “DIFENDIAMO INSIEME I PRINCIPI COSTITUZIONALI”

Dal canto suo, il presidente del M5S, che già due giorni fa aveva aperto a una collaborazione con il nuovo Pd targato Schlein, dichiara entrando in piazza Santissima Annunziata, tappa iniziale della manifestazione indetta dai sindacati: “Siamo in piazza per difendere i principi costituzionali, che sono i principi di tutti. Il fatto che oggi ci ritroviamo qui con il neo segretario del Partito democratico, vuol dire che su battaglie concrete noi ci siamo, battaglie di valori e di principi che ci riguardano tutti. Battaglie che non riguardano solo le forze progressiste, perché qui stiamo difendendo i principi costituzionali”.

Il problema non è il primato o la leadership della sinistra – assicura Conte – A noi, come Movimento 5 Stelle, interessa lavorare per rafforzare l’azione politica delle forze progressiste. Se con il nuovo vertice del Pd questo orizzonte si rafforzerà, ben venga per tutta l’Italia”. Tuttavia, sottolinea l’ex premier, “l’identità e la visione del M5S non dipendono dalle scelte di vertice che vengono fatte in casa altrui. La nostra identità, la nostra visione, è frutto di un percorso sofferto, meditato, ben costruito nel corso soprattutto degli ultimi anni e quindi di un rinnovamento che non può essere rimesso alle scelte che fanno al vertice di altre forze politiche”.

SCHLEIN: “AUTONOMIA DIFFERENZIATA PERICOLOSA”

Nel corso della sua prima uscita pubblica, la nuova segretaria del Partito democratico Elly Schlein parla anche di altri temi dell’attualità politica italiana: “Saremo in tutti i luoghi in cui è necessario stare a difesa della Costituzione, che difenderemo” anche per contrastare “questo disegno pericoloso di autonomia differenziata che Calderoli, forzando, sta portando avanti scavalcando le Regioni, scavalcando il Parlamento. L’altro giorno il ministro ha detto che ha avuto il via libera della Conferenza unificata, è una bugia perché ci sono delle Regioni che hanno votato contro l’autonomia differenziata“, ricorda la leader dem da piazza Santa Croce. Inoltre, prosegue Schlein, “Comuni e Province hanno mostrato delle gravi criticità. Quindi il ministro sta forzando la Costituzione” e “il Governo vuole continuare ad aumentare le diseguaglianze territoriali che il Sud e le aree interne e montane di questo Paese hanno già pagato abbastanza”.

SCHLEIN: “MAI IN DISCUSSIONE SOSTEGNO A UCRAINA MA VA PERSEGUITA PACE”

Schlein non si sottrae nemmeno alle domande sulla guerra in Ucraina: “Siamo qui per fare una manifestazione che parla di scuola – premette la segretaria dem – non è mai stato in discussione il nostro pieno supporto al popolo ucraino ad un anno dall’invasione criminale voluta da Putin, ma credo anche che la sinistra debba continuare a perseguire un mondo di pace, un futuro di pace”. Schlein ribadisce una volta di più la via che vuole percorrere: “Mobilitarsi in questa direzione, chiedendo all’Unione europea un forte impegno e anche un forte protagonismo politico diplomatico. Le due cose non sono in contraddizione”.

fonte: AgenziaDIRE.it

Condividi:

© 2012-2024 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?