Congresso Brasile: i sostenitori di Bolsonaro all’interno del palazzo hanno permesso la rivolta

lula brasile

Il presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva ha accusato gli alleati dell’ex leader Jair Bolsonaro di aver aiutato un attacco al palazzo presidenziale domenica.

Lula si è detto convinto che i sostenitori di Bolsonaro all’interno del palazzo fossero stati complici permettendo ai rivoltosi di entrare negli edifici statali chiave.

E ha promesso di effettuare uno screening approfondito dei dipendenti del palazzo sulla scia del tentativo di insurrezione.

Circa 1.500 persone sono già state arrestate in relazione all’attacco.

“Sono convinto che la porta del palazzo Planalto sia stata aperta per far entrare queste persone perché non ho visto che la porta d’ingresso era stata sfondata. E questo significa che qualcuno ha facilitato il loro ingresso qui”, ha detto Lula ai giornalisti nella capitale. Brasilia.

“Molte persone nella polizia militare erano complici”, ha detto il veterano politico di sinistra. “C’erano molte persone nelle forze armate qui dentro [il palazzo] che erano complici”.

Sulla scia dell’attacco di domenica, Lula ha accusato i funzionari della sicurezza locale – comandati dall’ex ministro della Giustizia di Bolsonaro, Anderson Torres – di incompetenza o coinvolgimento attivo con i rivoltosi.

E giovedì ha raddoppiato le accuse, dicendo ai giornalisti che il palazzo presidenziale “era pieno di bolsonaristi e funzionari militari e vogliamo provare a correggere questo in modo da poter nominare funzionari pubblici di carriera, preferibilmente civili”.

“Nessuno che sia sospettato di essere un bolsonarista irriducibile può essere autorizzato a rimanere nel palazzo”, ha proseguito. “Come posso avere qualcuno alla porta del mio ufficio che potrebbe spararmi?”

Sono già stati emessi mandati di arresto per una serie di alti funzionari accusati di essere “responsabili di atti e omissioni” che hanno portato ai disordini.

L’attenzione è stata rivolta ai militari, ampiamente percepiti come pieni di sostenitori di Bolsonaro, un ex capitano dell’esercito durante l’ultima dittatura militare.

L’esercito è stato costretto a negare le notizie secondo cui alcuni dei suoi ufficiali avrebbero impedito alla polizia di arrestare i manifestanti, dopo che i media locali hanno mostrato filmati che mostravano scambi di rabbia tra le forze di sicurezza.

Ma Lula ha insistito sul fatto che il ministro della Difesa Jose Mucio rimarrà al suo posto, dicendo ai giornalisti “mi fido di lui”.

“Se dovessi licenziare un ministro ogni volta che commette un errore, la svolta sarebbe enorme”, ha aggiunto.

Membro di un partito di destra, Mucio è stato visto come una concessione ai militari al momento della sua nomina. A novembre, il vicepresidente di Bolsonaro Hamilton Mourao ha accolto con favore le notizie sulla nomina e ha affermato che sarebbe stata “molto ben vista dalle forze armate”.

Nel frattempo, Torres ha negato di aver avuto a che fare con una bozza di decreto presumibilmente trovata durante una perquisizione della sua casa martedì, che secondo i media locali mirava a ribaltare il risultato elettorale di ottobre.

Parlando alla BBC, un funzionario della polizia federale ha confermato i rapporti e ha detto che gli agenti avevano trovato un documento che proponeva di sospendere la certificazione delle elezioni.

Ma in una dichiarazione pubblicata su Twitter, il signor Torres – che si ritiene si trovi a Orlando, in Florida – ha affermato di avere la “coscienza pulita” riguardo al suo ruolo di ministro e ha accusato le autorità di aver fatto trapelare storie fuori contesto.

Nonostante l’arresto di massa dei sostenitori di Bolsonaro, le autorità hanno espresso la preoccupazione che i suoi alleati intransigenti possano organizzare più manifestazioni.

Secondo un promemoria dei pubblici ministeri federali visto dalla BBC, i gruppi pro-Bolsonaro hanno chiesto che si svolgano “mega” manifestazioni nelle capitali degli stati brasiliani.

Il governo chiede inoltre che le piattaforme di social media prendano provvedimenti per sospendere gli account che sono stati coinvolti nella pianificazione di comportamenti criminali.

link all’articolo originale: BBC.com

Condividi:

© 2012-2023 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?