Segre presiederà la prima seduta del Senato: “Sono emozionata”

liliana segre

Certo, il discorso è pronto, non mi faccio certo cogliere impreparata“. La senatrice a vita Liliana Segre risponde così al cronista che le chiede se sia pronta ad assumere il ruolo di presidente provvisorio del Senato, dalla mezzanotte di oggi, per l’avvio, domani, della XIX Legislatura. Segre, parlando alla buvette di Palazzo Madama, dice di affrontare l’incarico “molto tranquillamente”, si tratta di un evento che fa parte dei “casi della vita, accadono cose che uno davvero non si aspetta“. In tutto ciò, sottolinea la senatrice a vita, diventare la seconda carica dello Stato “certamente mi emoziona, ma sono abituata a essere me stessa”. E ricorda: al Senato “quando sono entrata la prima volta nemmeno sapevo dove dovevo sedermi”. Stavolta non potrà sbagliare, le dicono i cronisti. “Beh sì, ho anche provato la sedia, mi hanno anche messo un cuscino per la schiena”, è la replica di Segre.

SEGRE: “LA DESTRA AL POTERE? STO ALLA FINESTRA, VEDIAMO CHE SUCCEDE“

L’inizio della XIX legislatura, in tempi difficili per il Paese e nel segno di una maggioranza di destra, come vive il suo ruolo di Presidente provvisorio del Senato? “Sto a vedere, sono alla finestra“, risponde Segre ai cronisti alla buvette di Palazzo Madama. “Guardo cosa succede- dice Segre– prima che succeda non posso sapere cosa succederà”.

SEGRE: “LA RISPOSTA PER TUTTO È NELL’ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE“

Riguardo al frangente particolare della storia parlamentare e per il paese nel suo complesso che l’Italia sta vivendo, la senatrice a vita dichiara: “Abbiamo sempre una risposta per tutto, c’è l’articolo 3 della Costituzione, dobbiamo guardare lì”, e riferendoci all’articolo terzo “faremo la strada giusta”. Ecco il testo dell’articolo 3 della Costituzione: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”.

fonte: AgenziaDIRE.it

Condividi:

© 2012-2024 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?