Liz Truss nuova premier inglese dopo Boris Johnson

liz truss

Liz Truss, 47 anni, ministra degli Esteri, ha vinto le elezioni per la guida del Partito conservatore del Regno Unito e già domani potrà essere incaricata dalla regina Elisabetta II di formare il nuovo governo: lo ha riferito l’emittente Bbc. Secondo i risultati diffusi da sir Graham Brady, Truss ha ottenuto 81.326 preferenze dei votanti “tory” a fronte delle 60.339 del suo rivale, l’ex ministro del Tesoro Rishi Sunak.

LA TERZA PREMIER DONNA DOPO THATCHER E MAY

Truss succederà al dimissionario Boris Johnson e diventerà la terza prima ministra donna della storia britannica dopo Margharet Thatcher e Theresa May.

Al referendum del 2016 sull’uscita del Regno Unito dall’Unione europea si era schierata per il “remain”. In seguito ha però fatto parte del governo Johnson, pro-Brexit, prima come segretaria al Commercio e poi agli Esteri, guadagnandosi i favori dei “Brexiteers” conservatori, che in qualche caso l’hanno paragonata a Thatcher definendola nuova “lady di ferro”. Come titolare degli Esteri, Truss è stata in prima linea nel sostegno all’Ucraina e alle sanzioni occidentali contro la Russia.

L’UE AUSPICA UN RAPPORTO COSTRUTTIVO DOPO LA NOMINA DI TRUSS

“Congratulazioni a Liz Truss. L’Unione europea e la Gran Bretagna sono due partner e insieme stiamo affrontando molte sfide, dal cambiamento climatico all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia. Mi auguro di instaurare un rapporto costruttivo, nel pieno rispetto dei nostri accordi”. Lo ha affermato su Twitter la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen dopo l’elezione a leader del partito dei conservatori inglese assegnata a Liz Truss, che è stata anche designata per la posizione di primo ministro dopo le dimissioni dell’attuale premier Boris Johnson.

“Congratulazioni a Liz Truss, il prossimo Primo Ministro del Regno Unito”, ha scritto su twitter la presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola. “L’Ue e il Regno Unito sono amici e alleati naturali, con gli stessi interessi fondamentali. Le democrazie devono rimanere unite contro l’autocrazia e l’aggressione”, ha continuato Metsola.

Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, presidente del Consiglio Europeo, ha reagito con un riferimento al brano “All you need is love” della band inglese dei Beatles. “Hai solo bisogno di amici: aspettiamo di lavorare insieme”, ha scritto su Twitter Charles Michel.

fonte: AgenziaDIRE.it

Condividi:

© 2012-2024 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?