In migliaia in strada per il Roma Pride: “Facciamo rumore anche per russi e ucraini”

roma pride 2022

Nella Capitale in migliaia in strada per la sfilata del Roma Pride 2022. La grande manifestazione per i diritti della comunità Lgbt è partita da piazza della Repubblica, dietro il carro di apertura sul quale ha preso posto la madrina della manifestazione, Elodie, vestita con un mini abito fucsia. Dietro i carri delle varie associazioni e gruppi: Mario Mieli, Muccassassina, Agedo, La Tuba, Latte Fresco e tanti altri ancora.

Elodie, proprio sotto il Colosseo, ha intonato uno dei suoi brani più noti, Bagno a mezzanotte, ballando scatenata. Poco dopo piccolo infortunio ad un tacco. Aiutata dagli organizzatori la cantante ha dovuto togliere le scarpe.

In testa al corteo, alla partenza, insieme agli organizzatori anche una folta presenza di rappresentanti del Comune di Roma: il sindaco Roberto Gualtieri, l’assessora all’Ambiente, Sabrina Alfonsi, quella alle Attività Produttive, Monica Lucarelli, quello al Turismo e ai Grandi Eventi Alessandro Onorato. Presente anche il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato. Tra gli altri volti noti Vladimir Luxuria e Niki Vendola.

ZINGARETTI: “DIRITTO A DIFFERENZA È SENTIMENTO POSITIVO”

“Il Pride è soprattutto un’esplosione di vita, di voglia di rapporto con gli altri. Non può che far bene a tutto e a tutti, anche a chi non è venuto. Il diritto alla differenza e all’essere se stessi è un sentimento positivo. Non è un caso che dopo anni in cui siamo stati lontani gli uni dagli altri c’è la voglia di stare insieme su valori e sentimenti positivi. Viva il pride. Io vengo tutti gli anni, soprattutto da quando sono rappresentate delle Istituzioni”. Così il presidente della Regione, Lazio Nicola Zingaretti, in occasione della partenza della sfilata del Gay Pride 2022 nella Capitale.

GUALTIERI: “ROMA VUOLE TORNARE A ESSERE CAPITALE MONDIALE DIRITTI”

“Roma vuol tornare a essere in prima fila come Capitale europea e mondiale dei diritti. Credo che sia una cosa doverosa per un sindaco essere qui perché i diritti di ciascuno siano assicurati da ogni forma di discriminazione. Questa è una battaglia non solo per la comunità LGBT ma per tutti i romani e le romane”. Così il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, in occasione della partenza della sfilata del Gay Pride 2022 nella Capitale.

+EUROPA ALLA MARCIA: “‘FACCIAMO RUMORE’ ANCHE PER RUSSI E UCRAINI”

“Gli altri diventano rainbow solo nel mese del Pride. Noi di +Europa siamo nati così. Siamo da sempre al fianco della comunità LGBTI+ nel mondo. E oggi qui a Roma ‘facciamo rumore’ anche per quella russa, che subisce l’omofobia di Stato del regime di Putin, e per quella ucraina, che rischia di vedere naufragare le proprie legittime aspirazioni di vivere all’interno dei valori europei, valori di tolleranza e di libertà”. Lo afferma Giordano Masini, responsabile della segreteria di +Europa, che guida la delegazione del partito alla marcia del Roma Pride.

fonte: AgenziaDIRE.it

Condividi:

© 2012-2022 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?