27 luglio 1830: le Tre Giornate di Parigi

delacroix la libertà

Con le Tre Giornate di Parigi, del 27, 28 e 29 luglio 1830, note anche come Rivoluzione di luglio o Seconda rivoluzione francese, fu rovesciato l’assolutista Carlo X, ultimo sovrano della dinastia dei Borbone, e sostituito da Luigi Filippo, il re della monarchia di luglio.

Dopo un lungo periodo di crisi ministeriali prima, parlamentari poi, re Carlo X tentò un colpo di mano anti-costituzionale emanando le «ordinanze di Saint-Cloud» il 25 luglio 1830. In reazione il movimento di opposizione si trasformò rapidamente in rivoluzione repubblicana: il popolo parigino si sollevò, eresse le barricate e affrontò le truppe comandate dal maresciallo Marmont in combattimenti che provocarono almeno ottocento morti fra gli insorti e circa duecento fra i soldati.

Carlo X e la famiglia abbandonarono Parigi. I deputati liberali, in maggioranza monarchici, presero le redini della rivoluzione popolare e conservarono la monarchia costituzionale al prezzo di un cambiamento di dinastia. La casa d’Orléans, ramo cadetto di quella di Borbone, succedette sul trono di Francia con Luigi Filippo, proclamato «re dei Francesi» e non più «re di Francia».

La rivoluzione del 1830 non provocò rivolgimenti istituzionali né in Francia né in Europa, in quanto appunto rimase il regime monarchico, a parte il caso del Belgio, ma per la prima volta dal tempo della rivoluzione del 1789 un’ondata di rivoluzioni popolari attraversò l’Europa.

Proprio da questo episodio il pittore francese Eugène Delacroix trasse ispirazione e diede vita al primo esempio di iconografia politica della storia: si tratta del quadro dal titolo “La libertà che guida il popolo”, oggi conservato al Musée du Louvre di Parigi. La scena è dominata da Marianne, la rappresentazione nazionale allegorica della Repubblica Francese, la quale, in questo quadro, si eleva anche a simbolo di libertà. La donna è colta nel momento in cui, con fare sicuro, avanza e supera la barricata, esortando il popolo a seguirla e a ribellarsi contro la politica di Carlo X e di Jules de Polignac. La Libertà, seminuda, col seno scoperto e i piedi scalzi, porta in testa un berretto frigio (simbolo della rivoluzione francese del 1789).

Condividi:

© 2012-2021 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?