Trump: “Al-Baghdadi è morto. Si è fatto esplodere in un tunnel uccidendo i suoi tre figli”

trump riunione

Ora è ufficiale: Al-Baghdadi è morto. Quella che era una notizia già diffusa alle prime ore della mattina italiana è stata confermata dal presidente degli Stati Uniti: «Al-Baghdadi è morto» ha detto Donald Trump che questa mattina aveva preannunciato la notizia con un tweet: «E’ successo qualcosa di grande».

Trump racconta la dinamica del raid americano durato circa due ore: «Abu Bakr Al Baghdadi ha fatto esplodere il suo giubbotto e ha ucciso tre bambini che erano con lui» e «la galleria in cui era nascosto gli è crollata addosso».

«L’esplosione di Abu Bakr Al-Baghdadi ha fatto crollare il tunnel dov’era» ha specificato Trump aggungendo: «Siamo rimasti nel compound oltre due ore. Le nostre forze hanno portato a termine la missione in grande stile», ha sottolineato. «Era una persona perversa, cattiva e violenta e ora non c’è più. È morto da codardo», ha aggiunto.

Un raid che il presidente ha seguito in diretta: «Era come vedere un film. Tutto è stato perfetto. Nessun americano è stato ucciso, ma ho visto cadere moltissimi miliziani» e alle domande dei giornalisti ha aggiunto: «E’ intervenuto anche l’unità K9 e solo un cane è rimasto ferito».

La conferma sull’identità del capo dell’Isis è arrivata direttamente sul luogo dell’intervento:  i soldati Usa che hanno effettuato il raid in Siria in cui è morto il leader dell’Isis Abu Bakr Al-Baghdadi hanno «prelevato dei campioni del Dna e li hanno portati a tecnici di laboratorio che erano con loro per fare dei test sul posto», anzi «hanno preso proprio parti del corpo per fare i test perché dovevamo sapere immediatamente se si trattava di lui». Lo racconta Donald Trump, parlando dalla Casa Bianca, aggiungendo che «15 minuti dopo l’uccisione c’è stata una telefonata rapida in cui mi è stato confermato che si trattava di Al-Baghdadi». «Per arrivare al suo cadavere hanno dovuto rimuovere diverse macerie perché era crollata la galleria” senza uscita in cui, inseguito dalle forze Usa, Al-Baghdadi si era fatto esplodere uccidendo tre dei suoi figli che erano con sé, ha proseguito Trump, secondo cui altri 11 bambini che si trovavano nel compound sono stati portati via. Trump spiega che nel compound “c’erano 2 donne, entrambe sue mogli; entrambe indossavano giubbotti esplosivi, non le hanno fatte esplodere ma sono morte comunque».

La scorsa notte «è stata importante per gli Stati Uniti e per il resto del mondo con l’uccisione violenta di Abu Bakr Al Baghdad» ha commentato soddisfatto il presidente americano ringraziando anche i Paesi che hanno permesso agli Stati Uniti di poterlo realizzare: «Questo raid è stato impeccabile ed è stato reso possibile grazie all’aiuto della Russia, Siria, Turchia e Iraq e anche dei curdi siriani» e in particolare alla Russia «che ha aperto alcune delle sue basi e le abbiamo utilizzate per questa operazione».

Nel rispondere alle domande dei giornalisti Trump ha specificato: «Vogliamo che nostri soldati tornino a casa e combattano per qualcosa di sensato. Russia e Cina amano restare lì».

Intanto il ministro dell’Interno francese, Christophe Castaner, ha chiesto alle forze di sicurezza di innalzare il livello di allerta terrorismo, come in Usa, perché si temono ritorsioni proprio in seguito all’uccisione di Al Baghdadi.

fonte: LASTAMPA.it

Condividi:

© 2012-2022 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?