In migliaia alla marcia della pace Perugia-Assisi. Ci sono anche i ragazzi di Amatrice

Aperta da uno striscione con la scritta “Vincere l’indifferenza” è partita la Marcia della pace e della fraternità Perugia-Assisi. Migliaia le persone che stanno partecipando. Tantissimi anche i gonfaloni di Comuni, Province e Regioni italiane ed i sindaci con le fasce tricolori. Molte le associazioni del volontariato e del mondo civile. In marcia anche un gruppo di ragazzi della Scuola superiore di Amatrice.

Partecipano alla Marcia «per guardare avanti» gli studenti, una decina, e gli insegnanti. A guidarli è la preside Maria Rita Pitoni. «È la prima volta che noi e questi ragazzi partecipiamo a questo appuntamento – ha detto la dirigente scolastica – e lo facciamo con entusiasmo. Una tappa del percorso cominciato il 13 settembre con la riapertura della scuola. Tra i ragazzi alcuni provengono anche da Accumuli, un altro tra i centri più colpiti dal sisma». Un gruppo ospitato a Perugia per iniziativa dell’Assemblea legislativa dell’Umbria. «Abbiamo voluto così testimoniare la nostra solidarietà» ha detto la presidente Donatella Porzi. «Per cercare di condividere – ha aggiunto – sentimenti indispensabili per una cultura di pace che parte anche da questo genere di accoglienza. È un momento di rinascita, condivisione, partecipazione, di comunità come forse non mai in questo momento».

Gli organizzatori: “Messaggio contro indifferenza”  

È un messaggio contro «l’indifferenza delle istituzioni internazionali ma anche di tutti coloro che dicono “io non c’entro”» la Marcia della pace Perugia-Assisi di oggi. A dirlo è il coordinatore Flavio Lotti. Per il quale «se non ci assumiamo ciascuno la nostra responsabilità non sarà possibile avere una società di pace, senza conflitti». «Vogliamo reagire – ha ribadito Lotti – al silenzio e all’indifferenza di chi ci governa». Per il coordinatore «è la gente il tratto dominante dell’edizione di quest’anno della Marcia». Sono infatti rappresentate 500 città, quasi 300 enti locali e 118 scuole. Poche e molto meno che in passato invece le bandiere dei partiti politici. Con i colori dell’iride simbolo della bandiera della pace ancora a predominare nel lungo corteo.

fonte: LASTAMPA.it

Condividi:

© 2012-2022 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?