Russia: in Siria il cessate il fuoco regge, solo poche provocazioni

Dallo scattare della tregua in Siria “le forze aeree russe hanno condotto raid solo sui gruppi terroristici Isis e Jabhat al-Nusra nelle province di Raqqah e Deir ez-Zor, nonché vicino Tadmur (provincia di Homs)”. Lo ha detto il portavoce del Ministero della Difesa della Russia, Igor Konashenkov in un briefing. Dal 27 Febbraio 2016 il regime di cessate avviato sul territorio della Repubblica araba siriana dalla Federazione russa e dagli Stati Uniti (come co-membri del gruppo di sostegno internazionale della Siria) “in generale, è stato osservato” ha precisato il generale. “Sono state registrate solo alcune provocazioni e sparatorie”, ha detto. “In queste condizioni, il ritorno sicuro dei civili alle loro case e la distribuzione degli aiuti umanitari sono le priorità”. Intanto, l’opposizione siriana ha accettato di partecipare ai negoziati di Ginevra per una soluzione del conflitto, che dovrebbero riprendere giovedì prossimo. “Dopo consultazioni, l’Alto comitato per i negoziati ha accettato di recarsi a Ginevra. E’ previsto che la delegazione arrivi venerdì”, ha indicato Riad Naassan Agha, portavoce del Hcn, che riunisce importanti gruppi dell’opposizione e dei ribelli siriani.

fonte: askanews.it

Condividi:

© 2012-2021 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?