The Police // Reggatta de blanc (1979)

Quando nell’ottobre del 1979, una certa band inglese, pubblicò il suo secondo album, già nel titolo era evidente l’intenzione programmatica di realizzare, partendo dalla musica tipica Jamaicana, una sorta di versione per bianchi.

Nella sua eterogenea composizione, il gruppo annoverava un insegnante di letteratura, un batterista, figlio di un ex agente della CIA e un chitarrista più anziano, già attivo negli anni ’60, come turnista per Neil Sedaka.

I nostri riuscirono nel loro intento fondendo Rock, Punk, Pop e appunto Reggae. Caratteristici nel loro lavoro sono il grande ritmo, stabilito dalla batteria e dal basso e la melodia garantita da una chitarra veramente ispirata. Se a questo aggiungiamo la capacità da parte del bassista, voce e composizione, di sfornare alcuni capolavori senza tempo, è evidente come la band poté così accedere al firmamento musicale, al successo e alla fama.

Se volete vedere da destra a sinistra Andy Summers  (chitarra e cori), Stewart Copeland (batteria e cori) e Gordon Sumner, detto Sting (basso e voce), dietro delle sbarre..

foto Po1

se invece volete fare un esperimento mistico, ascoltando il terzo brano ad occhi chiusi, dovreste vedere questa immagine..

foto Po2

infine se volete vederli , in sala d’incisione quasi preoccupati..

foto Po3

 

Signore e Signori,

dall’album “Reggatta de blanc”

con i brani/capolavoro “Message In A Bottle”,

“Walking On The Moon”

e “Bring On The Night”

ecco a Voi

The Police

Buon ascolto e buon fine settimana

 

Fabrizio Savelli

Condividi:

© 2012-2022 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?