Notizie

OBAMA SI PREPARA AL MATCH CON ROMNEY

Stasera l’attesissimo dibattito tra Obama e Romney.Il presidente in carica deve recuperare lo svantaggio. Previsti 80 milioni di spettatori.


E’ ormai tutto pronto per l’attesissimo dibattito di questa sera all’università Hofstra di Hampsted, a Long Island, nello Stato di New York. Un faccia a faccia fra il presidente Obama e il suo avversario repubblicano, che dovranno rispondere alle domande, selezionate, del pubblico, in un’ora e mezza trasmessa da tutte le televisioni americane, e di fronte a tutto il paese. 80, forse 85 milioni di spettatori…

Posta in gioco altissima
Una sfida con una posta in gioco altissima soprattutto per Barack Obama, che dopo la deludente prova di due settimane fa ha perso tutto il vantaggio accumulato, ed ora si trova a dover rincorrere l’avversario repubblicano Mitt Romney, che a settembre ha raccolto più soldi che in tutta la sua campagna elettorale, 170 milioni, ha recuperato il passo falso del 47 per cento di americani di cui dichiara di non volersi occupare, e la sua credibilità di politico e possibile comandante in capo è in ascesa.

Nelle ultime 24 ore si è chiuso a studiare con il senatore Portman, che nelle prove del dibattito finge di essere Obama, ed ha mandato in campagna il suo vice Ryan.
In Ohio, lo Stato che appare sempre più fondamentale per la vittoria, e dove ormai i due candidati, i loro vice e le loro mogli stanno facendo eventi e comizi in ogni paese. A Cincinnati Ryan ha dato da mangiare costolette di maiale e pollo a tutti. A Delaware, Michelle Obama ha lanciato un appello alle donne perché il 6 novembre votino per il presidente capace di difendere i loro diritti, suo marito.

Mitt Romney e le stanze del presidente
Mitt Romney è a Lebanon, in Ohio, a far campagna elettorale in quello che si delinea essere come lo stato chiave per la vittoria. Assieme al fedele senatore Portman, suo sparring partner nella preparazione per il secondo dibattito televisivo che domani lo opporrà ad Obama. Assieme ai Portman, Romney ha visitato il Golden Lamb Inn, il più vecchio albergo dell’Ohio, famoso per aver ospitato molti presidenti.”Quanti?”, vuol sapere il candidato repubblicano. “Dodici”. La moglie di Portman dice allora che lui potrebbe essere il 13esimo.

Ne è convinto anche Paul Ryan, che è andato a lavar piatti nella cucina della San Vincenzo De Paoli accompagnato da moglie e figli, prima di ritrovarsi, questa volta senza telecamere e senza fotografi, con alcuni finanziatori della campagna.

Fuori alcuni elettori delusi, come Deborah Wiersum, protestavano per i tagli all’assistenza agli anziani che Ryan ha proposto. “Mia mamma ha 80 anni, dice, non può cominciarsi a negoziare un’assicurazione, ha bisogno di essere curata”.

Obama rassicura i volontari della Virginia
Telecamere bene accette invece per filmare un bell’hamburger con la famiglia, in un diner’s, classica serata da americano medio. Niente hamburger ma pizze invece per i volontari della Virginia, che si son mangiati le margherite portate dal presidente.

La preparazione sta andando benissimo, ha rassicurato Obama, ai ragazzi terrorizzati di assistere domani ad Hofstra, ad un altro dibattito fallimentare. Sono Barack obama, dice agli elettori il presidente che domani sera qui a Long Island, nello Stato di New York, si gioca la rielezione alla Casa Bianca.

da Globalist.it

Condividi:

© 2012-2024 virgoletteblog.it creato da Filippo Piccini

Log in with your credentials

Forgot your details?